Avviso

Ti ricordiamo che per completare l'ordine è necessario acquistare almeno 2 Kg, anche misti, di preparati. E più acquisti meno spendi per il trasporto e da 15 Kg in su è gratis!

Storia del Croissant

Leggenda del Croissant

Come nasce un dolce spesso non si sa. La sua memoria si perde nei secoli, nelle tradizioni tramandate da centinaia o migliaia di anni. Talvolta la sua storia diventa leggenda.

A proposito del croissant, il classico dolce da colazione tanto amato dagli italiani e dai francesi, la leggenda narra che sia stato inventato a Vienna, in occasione della sconfitta dell'Impero Ottomano nel 1683.

L'esercito turco, per abbattere le mura della città, aveva architettato di piazzare di notte della dinamite nei cunicoli sotterranei della città. Furono i fornai, già svegli e al lavoro nelle ore notturne, ad accorgersi degli strani movimenti dei turchi e a dare l'allarme. L'imperatore sconfisse così l'esercito turco e commissionò poi agli stessi panettieri la realizzazione di un dolce che ricordasse l'evento e celebrasse la vittoria, il "kipferl" (cornetto), la cui forma ricorderebbe appunto il simbolo della mezzaluna della bandiera ottomana.

Il "croissant", come lo conosciamo oggi, sarebbe un discendente del "kipferl", ma di origine francese, la cui origine risalirebbe al 1770, creato in occasione del matrimonio a Versailles tra Luigi XVI e Maria Antonietta d'Austria e si differenzierebbe dal "kipferl" per il fatto che i pasticceri francesi di corte modificarono la ricetta aggiungendo più burro e lo ribattezzarono croissant, parola derivata da "crescent" che in francese significa appunto mezzaluna.

Una versione più accreditata attribuirebbe invece l’invenzione del croissant all’ufficiale austriaco August Zang, fondatore della pasticceria viennese di Parigi, la “Boulangerie Viennoise”, avvenuta nel 1839.